• immagine principale post

Ma se un astuccio è a "coda di rondine" c'è il rischio che voli via ?

E' vero .

Hai ragione.

A volte nel packaging si usano dei termini tecnici che solo gli addetti ai lavori capiscono e francamente credo non sia bello sentirsi come l'unico che parla cinese ad un concerto country.

Partiamo quindi con lo svelare il mistero : un astuccio con una chiusura a "coda di rondine" è un astuccio con una chiusura a 4 falde che vanno incastrate a mano.

Va bene , dirai tu , e quindi ?

Presto detto : se devi montarne a mano qualche migliaio ti interesserà sapere che esiste un tipo di chiusura che può farti spendere meno in costi di confezionamento.

Come fare a saperne di più ? 

Semplice , fai questi 3 passi....

  1. Vai al mio post che tratta l'argomento 

  2. Vai sul Blog di Packly e leggi il loro interessante post

  3. Approfondisci l'argomento con questo post di Fabiano Gollo che allarga il medesimo argomento all'imballaggio industriale

Visto ? Non era difficile.....

 


Capire e farsi capire sono le chiavi per un rapporto costruttivo con il cliente.

Vuoi sapere come lavoro in base a questo principio ?

Basta contattarmi.....

Marco Rotondo

Marco Rotondo , 51 anni dei quali 25 passati tra packaging e materiale per il punto vendita.
Tesi di laurea sul comportamento del consumatore, blogger e autore di numerosi workshop dedicati al visual merchandising e al packaging.